Funzionalità generali

Il sistema è stato progettato per garantire la massima apertura e flessibilità: sono stati infatti adottati gli standard ed i formati definiti dall’Open Geospatial Consortium (OGC) per garantire la neutralità rispetto ai formati proprietari dei singoli produttori di tecnologie GIS; lo sviluppo WEB è stato realizzato in ambiente JAVA Enterprise ed utilizzando varie librerie OpenSource per garantire la portabilità in ambienti diversi (Windows o Linux) e la sua estendibilità futura.

Per la creazione del modello fisico si è scelto di adottare l’ambiente DBMS Oracle 10g, con le funzionalità Locator comprese in Oracle Standard Edition, che consentono la memorizzazione degli dati geografici direttamente nel database.

Il sistema è arricchito inoltre dei componenti di autenticazione e profilatura, integrabili con gli standard più diffusi per la piattaforma Windows (ActiveDirectory) e Linux (LDAP).

Attraverso un sistema di Metadati (descrittori di dati), Digital-Map rappresenta tutto il contenuto del geodb organizzandolo in Temi e Classi.

I temi raggruppano un insieme logico-funzionale che rappresenta un unico contenuto, sono a loro volta suddivisi in classi, che rappresentano l’oggetto vero e proprio da consultare.

Ogni classe può essere di natura differente, in funzione del tipo di oggetto rappresentato, ed è differenziata da un simbolo che ne rappresenta la struttura stessa:

ü  Classe di tipo territoriale PUNTUALE

ü  Classe di tipo territoriale LINEARE

ü  Classe di tipo territoriale POLIGONALE

ü  Classe di tipo tabellare (riferita al territorio in maniera indiretta)

ü  Classe di tipo raster

Le modalità di accesso e consultazione dei dati, messe a disposizione dell’utente, variano a seconda del tipo di classe: oggetti di tipo territoriale possono essere consultati sia tramite le funzioni di filtro e ricerca banche dati, sia direttamente dalla mappa; sulle classi di tipo tabellare invece l’utente interviene solo tramite la navigazione del database.

Le classi raster e gli elementi puramente geometrici vengono esclusivamente visualizzati sulla mappa.

Quindi a seconda della geometria e degli attribuiti presenti per ogni classe sono attive le diverse funzionalità di filtraggio, ricerca e consultazione dei record.

Il sistema è composto da una banca dati centrale (basata su DBMS Oracle) che contiene tutte le tipologie di dati: dati grafici vettoriali, coperture cartografiche con attributi, cartografie raster, modelli numerici del terreno, raccolte documentali.

Tale banca dati è accessibile dalla rete intranet/internet dell’organizzazione con varie tipologie di client e di strumenti applicativi, scelti in base alle esigenze di consultazione, analisi o modifica del singolo utente.

I client utilizzano per la consultazione dei dati grafici le principali tecnologie di riferimento (Autodesk, ESRI, OpenSource, ecc.) sia WebGIS (MapGuide, ArcIMS, MapSever) che desktop (Autodesk MAP ed ArcGIS). Sui client messi a disposizione si sviluppano i principali Moduli applicativi già realizzati per le principali esigenze della Pubblica Amministrazione e delle società di Gestione dei servizi.

Tuttavia il sistema consente una rapida ed economica implementazione di nuove applicazioni destinate alle specifiche esigenze dell’utente, che sfrutteranno così tutte le funzionalità di base offerte dal sistema.

Per la creazione del modello fisico del sistema è stato adottato l’ambiente DBMS di Oracle, con le funzionalità Locator o Spatial, che consentono la memorizzazione di dati geografici direttamente nel database secondo le indicazioni dell’OpenGIS Consortium.

La gestione delle basi cartografiche nel database, piuttosto che su files, aumenta la sicurezza fisica e logica dei dati e le prestazioni dell’intero sistema, estendendo ai dati geografici le funzionalità di amministrazione della base dati propria di un DBMS.

I dati vengono quindi organizzati in un ambiente efficiente, robusto e facilmente accessibile da molteplici ambienti client (Autodesk, ESRI, MapInfo, Intergraph, MapServer, ecc.). Il geodatabase si occupa anche della loro storicizzazione, consentendo una successiva astrazione per la creazione di un vero e proprio GeoDataWarehouse.

Le interfacce di amministrazione di Digital-Map consentono di effettuare una gestione degli utenti attraverso la definizione di gruppi, ambiti e profili applicativi di appartenenza, per configurare le pagine di consultazione dei vari strati informativi del sistema, ad aggiornarne i contenuti informativi statici che vengono aggiornati, e infine ad organizzare le documentazioni gestite nel sistema.

Tramite la definizione dei metadati le interfacce assumono comportamenti “dinamici”, basati cioè sulla natura del dato e sulla sua definizione.

Tali strumenti quindi, consentono di configurare il comportamento dell’interfaccia utente nei confronti di un determinato archivio, ad esempio i criteri di filtro, le etichette dei campi presentati all’utente, ecc..

Associazioni

ARO 4/FG

Eventi

Marketing

Protezione Civile

Servizi ai cittadini

Fatturazione elettronica

S.I.T.

TARES

IUC - IMU - TASI

IUC

Tributi

Urbanistica

Laboratorio Intercomunale

Calendario

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Siti istituzionali

Governo Italiano

Regione Puglia

Provincia di Foggia

Protezione Civile

ANCI Puglia

Istat

Social

Twitter  YouTube  Facebook