Tutte le notizie

22 Marzo 2020

COVID-19: Nuove misure di contenimento dell’epidemia

Dalla mezzanotte del 21 marzo e fino a mercoledì 25 sono in vigore ulteriori restrizioni che riguardano spostamenti e attività all’aperto e attività specifica degli esercizi commerciali.

Per fronteggiare l’emergenza dovuta al coronavirus il governo ha annunciato nuove misure.

Con ordinanza del Ministero della Salute del 20 marzo 2020, che qui sintetizziamo, in vigore dalla mezzanotte del 21 marzo e fino a mercoledì 25, sono in vigore ulteriori restrizioni che riguardano spostamenti e attività all’aperto.

In particolare, non è più consentito l’accesso ai parchi pubblici: in termini concreti, insomma, niente più jogging nelle aree verdi delle nostre città.

L’attività motoria, tuttavia, resta consentita, a patto che avvenga “individualmente in prossimità della propria abitazione”.

Indichiamo le ulteriori misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale.

1. Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 sono adottate, sull’intero territorio nazionale, le ulteriori seguenti misure:

a) è vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici;

b) non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché’ comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;

c) sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all’interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché’ nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consumarsi al di fuori dei locali; restano aperti quelli siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;

d) nei giorni festivi e prefestivi, nonché’ in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

Ultimi articoli

Tutte le notizie 19 Maggio 2020

Cimitero: riapertura al pubblico

Nuovi orari dal 19 maggio 2020 Il Commissario Prefettizio, con ordinanza n.

Tutte le notizie 17 Maggio 2020

CODIV-19: fase “2” dal 18 maggio 2020

DPCM del 17 maggio 2020 A partire dal 18 maggio, ci sono novità di ampia rilevanza sulle riaperture.

Tutte le notizie 4 Maggio 2020

CODIV-19: fase “2” dal 4 maggio 2020

DPCM 26 APRILE 2020 – NUOVE DISPOSIZIONI Il DPCM 26 aprile 2020 introduce, a partire dal 4 maggio, diverse novità, tra le quali, per esempio, la possibilità delle visite ai propri congiunti che vivono nella stessa Regione e la riapertura di parchi e giardini pubblici, nel rispetto delle prescrizioni sanitarie ed evitando comunque gli assembramenti (il Commissario Prefettizio potrà decidere di chiudere nuovamente e in via temporanea i parchi, qualora il divieto di assembramento non potesse essere garantito).

Tutte le notizie 30 Aprile 2020

COVID-19: sospensione delle cerimonie civili

Si comunica che, in esecuzione del DPCM del 26 aprile, pubblicato sulla G.

Torna all'inizio del contenuto