Tutte le notizie

10 Aprile 2013

Adozione piano provvisorio

Il Comune di Serracapriola, con delibera di Giunta Comunale n. 35 del 29 marzo 2013, risulta essere una delle prime amministrazione comunali che, in Provincia di Foggia, ha adottato le “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”, con adozione del “Piano provvisorio di prevenzione della corruzione”.

Con legge 6 novembre 2012, n. 190, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale 13 novembre 2012, n. 265, il legislatore ha varato le “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”.

Oltre alla nomina del Responsabile della Prevenzione della corruzione che questo Comune ha individuato nella figura del Segretario Comunale con Decreto del Sindaco n. Decreto 159 del 25/03/2013, dispone una serie di incombenze per ogni pubblica amministrazione, fra cui, specifico per gli enti territoriali, il comma 60 dell’art. 1, che testualmente recita:
Entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge attraverso intese in sede di Conferenza unificata di cui all’ art. 8, comma 1, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, si definiscono gli adempimenti, con l’indicazione dei relativi termini, delle regioni e delle province autonome di Trento e di Bolzano e degli enti locali, nonché degli enti pubblici e dei soggetti di diritto privato sottoposti al loro controllo, volti alla piena e sollecita attuazione delle disposizioni della presente legge, con particolare riguardo:
a) alla definizione, da parte di ciascuna amministrazione, del piano triennale di prevenzione della corruzione, a partire da quello relativo agli anni 2013-2015, e alla sua trasmissione alla regione interessata e al Dipartimento della funzione pubblica;
b) all’ adozione, da parte di ciascuna amministrazione, di norme regolamentari relative all’ individuazione degli incarichi vietati ai dipendenti pubblici di cui all’ articolo 53, comma 3-bis, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, introdotto dal comma 42, lettera a), del presente articolo, ferma restando la disposizione del comma 4 dello stesso articolo 53;
c) all’ adozione, da parte di ciascuna amministrazione, del codice di comportamento di cui all’ articolo 54, comma 5, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, come sostituito dal comma 44 del presente articolo”.

Deliberazione di Giunta Comunale n. 35 del 29 marzo 2013

 

Ultimi articoli

Tutte le notizie 19 Maggio 2020

Cimitero: riapertura al pubblico

Nuovi orari dal 19 maggio 2020 Il Commissario Prefettizio, con ordinanza n.

Tutte le notizie 17 Maggio 2020

CODIV-19: fase “2” dal 18 maggio 2020

DPCM del 17 maggio 2020 A partire dal 18 maggio, ci sono novità di ampia rilevanza sulle riaperture.

Tutte le notizie 4 Maggio 2020

CODIV-19: fase “2” dal 4 maggio 2020

DPCM 26 APRILE 2020 – NUOVE DISPOSIZIONI Il DPCM 26 aprile 2020 introduce, a partire dal 4 maggio, diverse novità, tra le quali, per esempio, la possibilità delle visite ai propri congiunti che vivono nella stessa Regione e la riapertura di parchi e giardini pubblici, nel rispetto delle prescrizioni sanitarie ed evitando comunque gli assembramenti (il Commissario Prefettizio potrà decidere di chiudere nuovamente e in via temporanea i parchi, qualora il divieto di assembramento non potesse essere garantito).

Tutte le notizie 30 Aprile 2020

COVID-19: sospensione delle cerimonie civili

Si comunica che, in esecuzione del DPCM del 26 aprile, pubblicato sulla G.

Torna all'inizio del contenuto