Tutte le notizie

27 Febbraio 2013

Bando Energie Rinnovabili

GRUPPO DI AZIONE LOCALE / DAUNIA RURALE SOC. CONS. a r.l.
Programma Sviluppo Rurale della Regione Puglia 2007-2013 Fondo F.E.A.S.R
ASSE III – Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale
Misura 311 – Diversificazione in attività non agricole

BANDO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI AIUTO

Prima scadenza: 02/04/2013

La finalità del bando è quella di promuovere e incentivare interventi di diversificazione delle attività esercitate presso le imprese agricole, al fine di favorire la creazione di nuove fonti di reddito e occupazione, valorizzando il ruolo multifunzionale delle aziende, per contrastare la diminuzione di competitività del settore agricolo e il conseguente abbandono delle attività.

Tale finalità è perseguita attraverso l’obiettivo di promuovere la produzione e l’utilizzazione di energia da biomasse.

 Le domande di aiuto, da presentarsi in adesione al presente bando, possono essere proposte unicamente nell’ambito del Piano di Sviluppo Locale (PSL) presentato dal GAL “DAUNIA RURALE”, all’interno del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione Puglia.

Al presente bando sono destinate le risorse finanziarie specifiche di cui alla priorità Health Check “Energie rinnovabili”.

Il sostegno è previsto per investimenti funzionali alla realizzazione di impianti per la produzione e vendita di energia ai soggetti gestori del servizio elettrico.

I suddetti impianti, di potenza elettrica nominale non superiore a 0,65 MW dovranno essere alimentati da biomasse da colture dedicate e/o da residui colturali e dell’attività zootecnica e da sottoprodotti dell’industria agroalimentare, come di seguito specificati.

 Sono ammissibili al finanziamento le seguenti tipologie di impianti.

1) Impianti alimentati da biogas, concernenti l’insieme del sistema di stoccaggio/vasche idrolisi delle biomasse, delle apparecchiature di trasferimento ai digestori del substrato, dei digestori e gasometri, delle tubazioni di convogliamento del gas, dei sistemi di pompaggio, condizionamento e trattamento del gas, di tutti i gruppi di generazione (gruppi motore-alternatore) e del sistema di trattamento dei fumi.

2) Impianti alimentati da biomasse, concernenti l’insieme degli apparati di stoccaggio, trattamento e trasformazione del combustibile (tra cui, se presenti, i gassificatori), dei generatori di vapore, dei forni di combustione, delle griglie e di tutti i gruppi di generazione (gruppi motore-alternatore), dei condensatori, della linea di trattamento fumi, del camino, e, quando ricorra, delle opere di presa e di scarico dell’acqua di raffreddamento e delle torri di raffreddamento.

Gli interventi dovranno essere attuati a bilancio ambientale favorevole e nel rispetto della normativa ambientale vigente. Essi dovranno, altresì, dimostrare il possesso di tutte le autorizzazioni previste dalla vigente normativa in materia di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili.

BANDO 311 Az. 5 – GAL DAUNIA RURALE
Allegato A – Attestazione bancaria sulla sostenibilità Mis. 311 Az. 5
Allegato B – Dichiarazione sostitutiva Mis. 311 Az. 5
Allegato C – Impegni Mis. 311 Az. 5
Allegato D – Dichiarazione fornitore Mis. 311 Az. 5
Modello 1 – Mis. 311 Az. 5
Modello 2 – Mis. 311 Az. 5
Modello 3 – Mis. 311 Az. 5

Ultimi articoli

Tutte le notizie 26 Maggio 2020

Ufficio Tributi: Nuova IMU 2020

Si comunica che a decorrere dal presente anno, è stata ridisciplinata l’IMU (Imposta Municipale Unica), che sostanzialmente continua ad essere in continuità con il precedente regime impositivo.

Tutte le notizie 19 Maggio 2020

Cimitero: riapertura al pubblico

Nuovi orari dal 19 maggio 2020 Il Commissario Prefettizio, con ordinanza n.

Tutte le notizie 17 Maggio 2020

CODIV-19: fase “2” dal 18 maggio 2020

DPCM del 17 maggio 2020 A partire dal 18 maggio, ci sono novità di ampia rilevanza sulle riaperture.

Tutte le notizie 4 Maggio 2020

CODIV-19: fase “2” dal 4 maggio 2020

DPCM 26 APRILE 2020 – NUOVE DISPOSIZIONI Il DPCM 26 aprile 2020 introduce, a partire dal 4 maggio, diverse novità, tra le quali, per esempio, la possibilità delle visite ai propri congiunti che vivono nella stessa Regione e la riapertura di parchi e giardini pubblici, nel rispetto delle prescrizioni sanitarie ed evitando comunque gli assembramenti (il Commissario Prefettizio potrà decidere di chiudere nuovamente e in via temporanea i parchi, qualora il divieto di assembramento non potesse essere garantito).

Torna all'inizio del contenuto